Cittadini | Imprese | Versione grafica
Facebook | Twitter | Youtube | RSS


Sud, confronto in Regione tra il ministro Lezzi e il presidente De Luca sui fondi per la Coesione

Sud, confronto in Regione tra il ministro Lezzi e il presidente De Luca sui fondi per la Coesione
05-03-2019

05/03/2019 - Questo pomeriggio il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha incontrato a Palazzo Santa Lucia il ministro per il Sud Barbara Lezzi. Nel corso del vertice si è fatto il punto sulla spesa dei Fondi europei e sulle ipotesi di Autonomia differenziata in discussione a Roma. Il governatore, su quest'ultimo argomento, ha ribadito la necessità che venga salvaguardata l'unità nazionale e il diritto per tutti i cittadini di avere uguali condizioni di servizio in settori fondamentali come sanità e scuola.

Col Ministro, ha detto De Luca, "siamo pienamente d'accordo: non si può andare avanti immaginando di far passare la rottura dell'unità nazionale e la cancellazione del Sud facendo finta che sia un operazione di ordinaria amministrazione". 

"Sono soddisfatto - ha aggiunto il presidente - perché la richiesta di autonomia da parte della Regione Campania ha contribuito a frenare un percorso che ci stava portando dritti verso la secessione. Almeno adesso devono fermarsi per discutere anche con noi e infatti ho comunicato al ministro che saremo a Roma per la prima trattativa tra governo nazionale e governo regionale giovedì. Vorrei fosse chiaro che non ci sono solo tre regioni che hanno chiesto l'autonomia, ce ne sono quattro. Ovviamente andremo a discutere sulla nostra linea, le stupidaggini che ha raccontato Salvini quando dice che non toccheranno un euro devono essere smascherate. L'ipotesi fatta per il Veneto significa dare loro 6 miliardi di euro in più rispetto all'attuale spesa storica. Quindi dobbiamo aprire gli occhi e combattere per evitare che, scherzando scherzando, la secessione la facciano nei fatti, rompano l'unità nazionale e tolgono miliardi di euro al Sud".

Quanto alla spesa dei fondi europei, il Ministro Lezzi ha assicurato: "Sul fondo sviluppo e coesione ci sono delle risorse non ancora utilizzate della programmazione 2000-2006, sono risorse nazionali e non hanno tutti i vincoli dei fondi strutturali europei. Lavoriamo per accelerare le risorse per la Campania e accelerare gli investimenti sul fronte della quota nazionale. Ci siamo aggiornati a un ulteriore incontro più di natura tecnica nei prossimi giorni per fare il punto su questi fondi. Io come ministro che si occupa del fondo di sviluppo e coesione non ho alcuna intenzione di sottrarre risorse al territorio, voglio solo fare in modo che vengano spese nella maniera più veloce possibile. Il nostro Paese, in particolare il Sud, ha bisogno di investimenti e laddove ci sono risorse ferme bisogna decidere".