Conferimento incarichi pesso l’Ufficio Speciale Avvocatura regionale


03/02/2016 - L'Amministrazione regionale deve procedere, ai sensi del “Disciplinare recante disposizioni per il conferimento degli incarichi di funzione dirigenziale ai dirigenti della Giunta regionale della Campania” approvato con delibera di Giunta regionale n. 479 del 10/09/2012 e smi, di seguito denominato “Disciplinare” e del disciplinare per il conferimento degli incarichi dirigenziali ai sensi dell'art. 19, comma 6 del D.Lgs. n. 165/2001 approvato con D.G.R. n. 42/2012 e smi, nonché delle disposizioni impartite dal Presidente della Giunta regionale con nota prot. n. 19565/UDCP/GAB/CG del 20/11/2015, al conferimento degli incarichi dirigenziali per le strutture di seguito riportate:

  • UOD “Assistenza tecnico legale al Gabinetto del Presidente”, presso l’Ufficio Speciale Avvocatura regionale, identificata con “codice 60.01.01”;
  • UOD “Gestione degli Affari generali e del personale”, presso l’Ufficio Speciale Avvocatura regionale, identificata, con “codice 60.01.02”.

 

Si pubblicano, pertanto, in allegato, l'avviso per il conferimento dei suddetti incarichi, unitamente al modello per la presentazione della domanda nonché alla dichiarazione da rendere da parte degli interessati, specificando che, ai sensi dell’art. 1, comma 43, della L.R. 15 marzo 2011 n. 4, condizione per il conferimento di detti incarichi dirigenziali è l’iscrizione nel ruolo professionale degli avvocati ivi previsto:

  • dirigenti di ruolo della Giunta regionale della Campania;
  • dirigenti appartenenti ai ruoli di altre amministrazioni pubbliche di cui all'art. 1, comma 2 del D.Lgs. n. 165/2001, ovvero di organi costituzionali, previo collocamento fuori ruolo, aspettativa non retribuita, comando o analogo provvedimento secondo i rispettivi ordinamenti;
  • soggetti interni o esterni che ai sensi dell'art. 19, comma 6 del D.Lgs. n. 165/2001, siano in possesso dei seguenti ulteriori requisiti di ammissione, che devono essere espressamente dichiarati nella domanda di partecipazione:
        - aver svolto attività in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali;
        - in alternativa, il conseguimento di una particolare specializzazione professionale, culturale o scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche e da concrete esperienze di lavoro maturate da almeno un quinquennio, anche presso altre amministrazioni pubbliche, in posizioni funzionali per l'accesso alla dirigenza;

 

Le istanze dovranno pervenire, a pena di inammissibilità, entro le ore 13,00 del 13 febbraio 2016.


Altre news